Home / News / News Libri / Eventi letterari / Bookcity a Milano: gli autori di Longanesi che parteciperanno
bookcity

Bookcity a Milano: gli autori di Longanesi che parteciperanno

Dopo aver presentato ieri quali saranno gli autori presenti a Bookcity per le case Editrici Nord, Tea e Tre60, oggi vi presentiamo orari e appuntamenti per gli scrittori editi dalla Longanesi.

Appuntamenti con gli autori Longanesi a Bookcity

VENERDÌ 18 NOVEMBRE

Ore 18:30  ALFIO CARUSO Palazzo Litta

con Antonio Padellaro “1960: l’anno d’oro che tutti gli italiani dovrebbero ricordare” Alfio Caruso ci accompagna a Bookcity alla scoperta del 1960 e, insieme all’ex direttore de Il Fatto Quotidiano, Antonio Padellaro, spiega perché è l’anno che, nell’immaginario collettivo, è definito «favoloso». L’Italia, superato definitivamente il dopoguerra, si lanciava con gioia e ottimismo verso un futuro che appariva radioso. Il boom economico, che porta il Financial Times ad assegnare alla lira l’Oscar delle valute, l’anno delle Olimpiadi di Roma e del cinema di Monicelli, Visconti e Fellini. Un anno da riscoprire e da ricordare.

SABATO 19 NOVEMBRE

Ore 10:30 – ALESSIA GAZZOLA Triennale, Saletta Lab

Alessia Gazzola Un po di follia in primaveracon Lino Guanciale e Alessandra Tedesco “Tutti pazzi per l’Allieva dai romanzi alla fiction TV” Alessia Gazzola racconta la sua protagonista La scrittrice Alessia Gazzola ritorna con una nuova avventura di Alice Allevi, il fortunato personaggio, nato nel 2011, protagonista di una saga letteraria e della nuova fiction rai. Ad affiancare l’autrice in questo incontro saranno la giornalista Alessandra Tedesco e l’attore Lino Guanciale, il volto del protagonista maschile nella fiction TV de L’Allieva, Claudio Conforti.

Ore 16:00 – SERGIO ROMANO Museo del Risorgimento

con Luciano Fontana “Il nuovo impero di Putin. Sergio Romano analizza la Russia d’oggi” Sergio Romano presenta a Bookcity una lettura lucida e disincantata della storia Russia e con il direttore del Corriere della Sera, Luciano Fontana, descrive il ruolo e la figura controversa di Vladimir Putin. Se Winston Churchill definì la Russia “un indovinello” e “un enigma”, Romano risolve il rompicapo mostrando come molti aspetti della politica di Vladimir Putin e molti passaggi delle vicende recenti possano trovare una spiegazione nella storia russa, dalla rivoluzione d’Ottobre alle riforme fallite di Gorbaciov, dalla disintegrazione dell’Unione Sovietica alle sue relazioni con l’Occidente negli anni successivi.

Ore 16:00 – VALENTINA D’URBANO Istituto dei Ciechi, Sala Barozzi

Valentina Durbanocon Dietnam e letture di Fabrizio Colica e Mimosa Campironi “Quando l’amore non vede con gli occhi ma con il cuore” Valentina D’Urbano lascia la periferia degradata e senza speranza della Fortezza per raccontare la storia di un amore. Con Massimo Fiorio, in arte Dietnam, Valentina D’Urbano narra un incontro speciale di due fragilità sullo sfondo di un assolato paesino nell’estate del 1994. In quest’occasione i due protagonisti, Angelica e Tommaso, avranno il volto, ma soprattutto, la voce, di Fabrizio Colica e di Mimosa Campironi. Leggendo dei brani tratti dal romanzo, Non aspettare la notte, i due giovani attori faranno rivivere una storia delicata e coinvolgente.

Ore 16:15 – ILDEFONSO FALCONES Teatro Franco Parenti, Sala grande

con Bruno Arpaia e letture di Luca Micheletti “Gli eredi della cattedrale del mare” Il grande ritorno di Ildefonso Falcones in Italia per presentare il suo nuovo romanzo a Bookcity. Assieme al giornalista e scrittore Bruno Arpaia, che modera l’evento, l’autore catalano, campione d’incassi, racconta i retroscena del secondo capitolo de La cattedrale del mare. A distanza di dieci anni Falcones ritrova le atmosfere e i luoghi della Barcellona del XV secolo. Un meraviglioso affresco storico che si animerà grazie alla voce di Luca Micheletti. L’attore leggerà dei brani tratti dal nuovo romanzo di Falcones, ripercorrendo, così, gli incontri, le avventure e gli amori del giovane protagonista, Hugo, tra le terre della Catalogna.

Ore 18:00 – GHERARDO COLOMBO e PIERCAMILLO DAVIGO Istituto dei Ciechi, Sala Barozzi

colombo e davigocon Luigi Ferrarella “Cos’ è la giustizia? Confronto – scontro tra due protagonisti di Mani Pulite” Gherardo Colombo e Piercamillo Davigo, due tra i più noti magistrati del pool di Mani Pulite, si confrontano apertamente sul tema della giustizia in una diagnosi scrupolosa dei tanti mali che affliggono la giustizia del nostro paese, avanzando suggerimenti e proposte di riforma, senza nascondere conflittualità e divergenze d’opinione, talvolta radicali. Un dialogo sorprendente, moderato dal giornalista del Corriere della Sera Luigi Ferrarella, che dimostra quanto la giustizia sia un concetto problematico e in continua evoluzione.

Ore 19:00 – MIRELLA SERRI Casa della Memoria

con Ferruccio de Bortoli “Le vicende perdute fra le pagine della Grande Guerra” La storia dei prigionieri illustri di Hitler. Mirella Serri a Bookcity racconta alcune vicende inedite che fanno parte dei retroscena della costruzione di una nuova Europa. Un contesto dove sfumano i confini tra bene e male e si instaurano alleanze impensabili. In questo incontro con Ferruccio de Bortoli si ritorna all’aprile del 1945. Alcuni pullman stracarichi si fermano all’entrata del paesino di Villabassa, in Sudtirolo. Ne scende un gruppo di 139 detenuti, fra loro alcuni volti della storia dell’Europa. Cancellieri, generali, presidenti ed ex presidenti, primi ministri e industriali, filano assieme agli altri deportati, i cosiddetti “Prigionieri d’onore” che Hitler era intenzionato a usare come merce di scambio. Queste vicende si intrecciano con altri prigionieri gli italiani ex fascisti che da carnefici si ritrovano nei campi di concentramento assieme alle loro vittime, come fu per il capo della polizia di Salò Tamburini.

DOMENICA 20 NOVEMBRE

Ore 11:00 – MARCO BUTICCHI Castello Sforzesco, Sala Bertarelli

casa di marecon Nanni Delbecchi “Un grande Gatsby italiano: Albino Buticchi” Lo scrittore bestseller Marco Buticchi racconta a Bookcity al giornalista de Il Fatto Quotidiano, Nanni Delbecchi, la storia del padre, Albino. L’avventurosa vicenda del grande industriale italiano viene ripercorsa in Casa di mare, con il tono e il ritmo tipici dei romanzi di Marco Buticchi. Uno straordinario ritratto di un padre, scritto dal figlio. Albino Buticchi fu protagonista eroico e tragico, insieme, degli anni del boom economico e del grande calcio, un mondo che visse a pieno e sull’onda delle sue grandi passioni: il mare, lo sport e il gioco d’azzardo.

Ore 14:00 – DUCCIO FORZANO Sant’Ambrogio, Sala San Satiro

con Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu “Essere registi della propria vita: l’esordio narrativo di Duccio Forzano” Duccio Forzano, regista di molti dei più importanti programmi televisivi Italiani, da Che tempo che fa al Festival di Sanremo, esordisce come scrittore con un romanzo di formazione moderno a cavallo tra Billy Elliott e Rocky Balboa sullo sfondo della Genova portuale. Insieme a Luca Bizzarri e a Paolo Kessisoglu, Forzano a Bookcity spiegherà come perseveranza e passione possano tradurre i sogni in realtà, anche partendo dalle situazioni più svantaggiate. Basta non mollare mai e credere in se stessi, andare contro, anche, al destino stesso e, forse, un giorno si potrà scoprire la gioia di star dietro a una telecamera e vedere finalmente arrivare la grande occasione che permette di spiccare il volo.

Ore 14:00 – DAVIDE PAOLINI Fondazione Stelline, Sala Volta

davide paolinicon Severino Salvemini e Davide Rampello “Del cibo, degli chef e di altre menzogne” La bolla mediatica del cibo e la crisi dei consumi Davide Paolini racconta la verità del mondo gastronomico italiano al di là di quello che i media potrebbero far pensare, mostrando come la spettacolarizzazione televisiva, il food fashion e lo chef star system abbiano modificato la percezione della gastronomia perdendo il senso di autenticità. Con il docente ed economista Severino Salvemini e il regista televisivo Davide Rampello, Paolini spiegherà a Bookcity come, nonostante i 13 milioni di foto su Instagram, 25.000 blog, 1.000 siti internet che raggiungono ogni mese oltre 35 milioni di persone, i ristoranti chiudono i battenti e gli italiani non approfondiscono la cultura culinaria.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino... you know what I mean... ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell'HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *