Home / Cinema / The Green Fog: Guy Maddin propone una rivisitazione di Vertigo
the green fog

The Green Fog: Guy Maddin propone una rivisitazione di Vertigo

Sebbene sia sempre imprudente realizzare il remake di un capolavoro, Guy Maddin ha pianificato qualcosa di originale con The Green Fog, una riflessione su Vertigo (La donna che visse due volte) di Alfred Hitchcock: il regista canadese ha infatti rivisitato il thriller del 1958 assemblando dei vecchi filmati girati a San Francisco, la città in cui si svolge per l’appunto la storia di Vertigo.

Ciononostante, il progetto di Maddin non aveva inizialmente nulla a che fare con la pellicola di Hitchcock.

The Green Fog: una “rapsodia” di Vertigo

In The Green Fog – A San Francisco Fantasia, commissionato dalla San Francisco Film Society e programmato per la chiusura della 60esima edizione del San Francisco International Film Festival il 16 aprile, Maddin e i co-registi Evan e Galen Johnson esplorano quella che Maddin ha definito una “rapsodia” sul film di Hitchcock.

the green fogThe Green Fog, dalla durata di 63 minuti, rivisita il film servendosi di un collage di vecchi filmati e show TV; la colonna sonora originale, composta da Jacob Garchik, verrà riprodotta dal Kronos Quartet.

“Ho pensato che forse avremmo dovuto mostrare il film al Kronos Quartet, in modo tale che potessero farne una bellissima performance live”, dichiara Maddin. “Ma riguardando il filmato, ci siamo resi conto che qualcosa di Vertigo stava svolazzando verso di noi, un po’ come omaggio, un po’ come insieme di coincidenze.”

Un lavoro sperimentale

The Green Fog evoca un’atmosfera misteriosa, che lo rende davvero speciale. Come la gran parte dei lavori sperimentali di Maddin, il film elude significati precisi sguizzando da un posto all’altro, da un dialogo all’altro, e tutti questi scambi contribuiscono ad arricchire il senso della storia.

Maddin, che insegna ad Harvard e non potrà pertanto recarsi a San Francisco per la premiere, spera che il San Francisco International Film Festival gli permetta di trasmettere il suo lavoro ad altri festival. “Sarebbe bello condividere un po’ della mia passione”, afferma Maddin, aggiungendo però che per cause legali non era prevista alcuna distribuzione commerciale del film.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: IndieWire

About Alice Tonasso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *