Home / News / News Libri / Narrativa / La strada degli Americani di Giuseppe Miale di Mauro, una Napoli inedita
la strada degli americani

La strada degli Americani di Giuseppe Miale di Mauro, una Napoli inedita

 la strada degli americaniAutore: Giuseppe Miale di Mauro
Titolo: La strada degli Americani
Editore: Frassinelli
Pagine: 216
Costo: 18,50€
Uscita: Maggio 2017

la Napoli raccontata da Miale di Mauro in La strada degli Americani è anche una città dove, nonostante tutto, sopravvive e a resiste la speranza della normalità.

La strada degli Americani

la strada degli americaniLa strada degli americani è lunga circa 40 km e unisce il centro di Napoli all’hinterland. Martina e Giulia la stanno percorrendo per caso e all’altezza di Villaricca una Fiat Tipo grigia dietro di loro comincia a lampeggiare con insistenza. Parte un inseguimento senza motivo apparente, fatto di tamponamenti, speronamenti e tentativi di mandare le ragazze fuori strada. Un inseguimento che dura per 14 km di terrore.

E chi c’è nella Fiat Tipo? Ciruzzo Buttigliella, che si guadagna i soldi per il crack facendo lavori di bassa manovalanza criminale, e Carmine Scognamiglio, un operaio della Petrone Porte, un ragazzo semplice che è stato appena licenziato. Ma la strada degli americani non è solo una strada, è un crocevia di destini, dove i nodi del degrado, della follia da droga, della violenza e della disperazione si stringono intorno alle vite dei protagonisti.

A fare da sfondo una Napoli inedita, quella dei piccoli criminali che vivono ai margini della camorra, senza mai arrivare a farne parte, e di ragazzi che potremmo considerare normali se solo non fossero nati nella parte sbagliata della città.

Giuseppe Miale di Mauro

Giuseppe Miale Di Mauro è un drammaturgo e un regista. È tra i protagonisti dello spettacolo Gomorra. Ha scritto, con Nicolai Lilin, la trasposizione teatrale di Educazione siberiana e ha curato la regia della messa in scena. Il suo ultimo lavoro, al fianco di Mario Martone, è lo spettacolo Il sindaco del rione Sanità.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: Ufficio Stampa Frassinelli

About Andrea Sartor

Cresciuto a pane (ok, anche qualche merendina tipo girella o tegolino… you know what I mean… ) e telefilm stupidi degli anni 80 e 90, il mondo gli cambia con Milch, Weiner, Gilligan, Moffat, Sorkin, Simon e Winter. Ha pianto davanti agli uffici dell’HBO. Sogno nel cassetto: pilotare un Viper biposto con Kara Starbuck Thrace e uscire con Number Six (una a caso, naturalmente). Nutre un profondo rispetto per i ragazzi e le ragazze che lavorano duramente per preparare gli impagabili sottotitoli. Grazie ragazzi, siete splendidi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *