Home / News / I, Tonya: i commenti di Margot Robbie e altri dettagli sul film
I, Tonya

I, Tonya: i commenti di Margot Robbie e altri dettagli sul film

I, Tonya, del regista Craig Gillespie (Lars e una Ragazza Tutta Sua), porta al cinema l’incredibile storia umana e sportiva della pattinatrice Tonya Harding.

È la talentuosa Margot Robbie a vestire i panni della nota pattinatrice, dando ottima prova di sé, tanto da dimostrare di avere tutte le carte in regola per essere una delle candidate al ruolo dei miglior attrice ai prossimi Oscar. In effetti la Robbie ci restituisce una interpretazione molto intensa, che l’ha vista impegnata per intere settimane sulla pista da pattinaggio per scoprire ogni segreto del pattinaggio. “Ero davvero terrorizzata di non farcela” – ha rivelato la giovane attrice di origini australiane.

Margot Robbie interpreta la pattinatrice Tonya Harding

In I, Tonya, la Robbie interpreta la più celebre patinatrice della storia, Tonya Harding, giovanissima regina del ghiaccio di Portland, Oregon. La Harding saltò tristemente agli onori della cronaca quando la sua rivale, Nancy Kerrigan, ai Campionati del Mondo del 1994, fu costretta ad abbandonare la competizione a seguito di una aggressione, durante la quale venne colpita con una sbarra al ginocchio. Dell’accaduto venne accusato l’ex marito della Harding e il fatto passò presto agli annali come uno dei più famosi gesti di sabotaggio della storia dello sport.

Leggi anche la recensione del film di Craig Gillespie, visto in anteprima alla Festa del Cinema di Roma

L’idea per un film sul personaggio di Tonya Harding è venuta allo sceneggiatore Steven Rogers (noto per alcune commedie romantiche di successo come P.S. I Love You e Kate & Leopold). Rogers ha raccontato che una notte, mentre stava facendo zapping alla TV, sia nipote lo costrinse a guardare un documentario riguardante proprio lo scandalo Harding-Kerrigan.

I, Tonya fa luce su cosa avvenne realmente nel caso Harding – Kerrigan

Come era possibile non vedere in questa storia di sport e vendetta un soggetto ideale per un film? TonyaInfatti, nonostante l’empatia per la triste sorte dell’aggraziata ed elegante Kerrigan, la cui carriera venne distrutta dal colpo ricevuto al ginocchio, l’attenzione di Rogers è andata alla Harding. “Ciò che mi ha infastidito di come è stato trattato il caso Harding è stato il comportamento dei media”, ha detto Rogers. “In quell’occasione ci si preoccupò solo di riempire con titoloni sensazionalistici le prime pagine dei giornali, a scapito di un corretto approfondimento dell’accaduto.”

Rogers ha raggiunto la Harding fino in Oregon e vi ha trascorso insieme ore e ore, al fine di imbastire le idee per un film sulla vita della pattinatrice. Dopo aver ottenuto i diritti sulla sua storia, si è messo alla ricerca del ex marito di Tonya, il quale dopo l’incidente decise di cambiare nome per uscire fuori dall’occhio del ciclone di media. “La sua storia e quella di Tonya sono profondamente contradditorie,” ha raccontato Rogers. “La mia volontà è stata quella di mettere in luce entrambe le versioni della stria per lasciare al pubblico la possibilità di valutare dove fosse davvero la verità.”

Per quanto riguarda il cast, la scelta degli attori non è stata sempre facile

Margot Robbie, meglio nota per il suo ruolo, accanto a Leonardo DiCaprio in The Wolf of Wall Street e per la parte Harley Quinn in Suicide Squad, si è subito dimostrata impaziente di esplorare un personaggio complesso come quello di Tonya. Ma sua la scelta non è stata così scontata. Tuttavia Rogers non ha avuto alcun dubbio: “C’era qualcosa di molto intenso nello sguardo di Margot”, ha riferito. “E quando ho intervistato Tonya e lei mi ha parlato del suo triplo axel, ho rivisto nei suoi occhi la stessa intensità di Margot.”

Allison Janney è stata invece scelta per il ruolo di LaVona Golden, la madre eccentrica e anaffettiva della Harding, la quale divenne famosa durante lo scandalo per aver rilasciato interviste ai media con indosso cappotti di pelliccia e presentandosi con un uccellino sopra la spalla.

Tonya

La scelta del primo amore, poi marito della Harding, invece è stato piuttosto difficile. Non era semplice trovare qualcuno che fosse capace di bilanciare la violenza e la tenera umanità del primo uomo che sia stato capace di regale un briciolo di affetto a Tonya. Il ruolo alla fine è stato assegnato all’attore Sebastiana Stan, noto per il suo ruolo in Avengers. ” Ho dovuto leggere il copione ben 60 volte,”, ha riferito.

Notevole la preparazione, anche fisica, richiesta agli interpreti del film. Se Stan si è fatto crescere i baffi, la Robbie ha speso intere ore sul ghiaccio, allenandosi con la coreografa Sarah Kawahara. “Quando sei un bambino, nulla ti fa paura”, ha raccontato la Robbie, “non è proprio lo stesso quando di anni ne hai 26”. Ma nonostante il duro allenamento e alcuni incidenti in pista, la sua interpretazione di Tonya non lascia traccia della difficoltà di restituire con fedeltà l’immagine di questa donna, la cui vita non le ha riservato alcuna gioia al di fuori dello sport.

La pellicola è costata 11 milioni di dollari, per un totale di 31 giorni di riprese.

Il film, presentato al Toronto Film Festival, si è aggiudicato il Premio del pubblico e ha riscosso notevole successo anche alla recente Festa del cinema di Roma. I, Tonya uscirà nelle sale americane l’8 dicembre.

Per ogni notizia e aggiornamento sul mondo dello spettacolo, cinema, tv e libri, vi consigliamo di seguire la nostra pagina Facebook

Fonte: The Hollywood Reporter

About Biancamaria Majorana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *